Seminari di Urgenci

Cascina Casotello 01/07/2018 e Cascinet 10/07/2018

Report di Stefania

Cara Coumunità CSA Fontanini,

vi tedio con poche righe (spero…) per condividere con voi un percorso che sto facendo con Associazioni Europee (RIPESS, URGENCI EUROPE) e DEAFAL ONG ( http://www.deafal.org/home-page/)  che ha sede a Milano .

Con alcuni operatori di Deafal  abbiamo condiviso gli incontri europei sulle CSA promosso da URGENCI.

Ci è stato chiesto di provare a costruire una rete di CSA e fare promozione a livello nazionale.

Abbiamo tutti risicato tempo ed abbiamo tentato di proporre ad eventi la presentazione del modello CSA e come svilupparlo. CASCINET , una multi – attività in cascina, ha espresso il desiderio di fare un percorso per provare a formare un gruppo che possa organizzare una csa su parte dei loro terreni in Vettabbia.

Cascinet, che fisicamente si colloca tra zona Ortica e Forlanini a Milano, sta creando numerosi contatti con le realtà vicine (vedi CASCINA CASOTELLO, centro internazionale di quartiere , CASCINA NOCETUM (agricoltura sociale) , E ALTRE numerose realtà che in questa parte di territorio , costruiscono progetti di integrazione, orti sociali, centri multi culturali, laboratori, officine….

DEAFAL mi ha chiesto la disponibilità a seguire il training a Budapest / Ungheria (di 4 giorni) per formarmi e poter poi accedere al progetto ERASMUS + che URGENCI ci ha messo a disposizione (tramite DEAFAL) .

Per questo progetto DEAFAL ha avuto un piccolo finanziamento e ha potuto corrisponderci un rimborso spese e un riconoscimento.

Parte di quello che mi è stato donato verrà girato alle “casse” della CSA sebbene poco, rimane un simbolo .

Ho avuto occasione d’incontrare molte persone , che hanno sacrificato la loro domenica per provare a capire un modello che , se rispettato nei suoi principi fondamentali, può essere declinato in qualsiasi modo, da qualsiasi parte, in qualsiasi prodotto…. in fondo non viviamo solo di verdure ….

La meraviglia della costruzione di comunità, queste sono le radici profonde che formano e nutrono le CSA.

Sono un impegno civico, una responsabilità complessa, una fatica di relazioni , molte criticità, ma quando la comunità è forte, insieme, divide e condivide tutto. Ed è tutto più leggero. Per tutti.

La comunità condivide tra tutti rischi e benefici. Significa però anche che ognuno di noi deve prendersi e assumersi un pezzo di responsabilità.

Chi si occupa di produzione deve impegnarsi a produrre per la comunità in modo adeguato , chi si occupa dell’organizzazione nelle sue varie forme deve coprire le varie necessità ognuno con le sue risorse e disponibilità ….

Tutti noi abbiamo diritti ma non dimentichiamoci prima dei nostri doveri.

Sono importanti tutti i confronti, le idee, i singoli apporti , le critiche … ma che sia un percorso costruttivo e non distruttivo , un percorso di crescita e non di giudizio.

Essere un esempio di economia “altra” significa ogni giorno dimostrare con le buone pratiche (e non teoriche….)  che un altro mondo è possibile, un’altra economia è possibile, nonostante avversità e difficoltà .

Leave a Reply

Your email address will not be published.